Gli eventi al nido
Chi siamo
Contatti
Le attività
 Dove Siamo
Home page
L'asilo

Via Pio Spaccamela, 10 (angolo Via Trionfale,  n. 13.800) - 00135 - La Giustiniana - Roma

Contatti:    tel. 06/30316990  - Cell. 388-0537854       info@ilfioresullanuvoletta.it

 

Gli orientamenti pedagogici ai quali si ispira il nostro servizio educativo sono strettamente ancorati all'idea di un bambino competente, capace di far da solo al quale occorre dare il tempo e l'opportunità di esprimere le proprie potenzialità; il ruolo dell'adulto è quello di guida discreta, indiretta, attento osservatore delle conquiste e delle comunicazioni che il bambino gli rivolge. Pertanto il nostro progetto educativo tiene conto e fa proprie le indicazioni provenienti dal pensiero di Maria Montessori, le ricerche illuminanti di Elionor Goldschmied e di Emmi Pikler, che orientano e supportano il lavoro quotidiano al nido. Il nido è il luogo per pensare al bambino. L'obiettivo è comprendere lo stare con i bambini, fare in modo che l'educatrice stia a contatto con i bisogni e le emozioni dei bambini, ma anche con i propri vissuti e i propri pensieri così messi in "gioco" dalle relazioni con i bambini. Attraverso l'osservazione si descrivono i movimenti, i gesti e le parole che vengono espressi, non per realizzare una "cronaca rigorosa" e oggettiva di ciò che si vede, ma per poter restituire al gruppo educativo quell'atmosfera di ciò che si è percepito in quel tempo e che servirà al gruppo per centrare e orientare la propria attenzione. Tale trascrizione può essere accompagnata da ciò che pensa, dice e sente l'educatrice nello stare a contatto e nel relazionarsi con il bambino.

 

Progetto educativo

Regolamento
Orari e festività
Sicurezza e igiene
Il personale
Le famiglie
I servizi
L'alimentazione
La Documentazione
Progetto educativo
L'ambientamento

L'osservazione diventa momento sostanziale e preliminare al lavoro educativo, grazie all'osservazione le educatrici sono in grado di programmare e realizzare percorsi che promuovono la crescita sociale, affettiva, motoria e cognitiva del bambino, tenendo conto della necessità di saper cogliere anche l'imprevisto e, di conseguenza, adattare il percorso ai bisogni, alle individualità e alle differenze di ogni bambino.

Il processo di programmazione come processo complesso, prevede momenti distinti ma connessi circolarmente tra di loro: programmazione educativa - osservazione - programmazione didattica - verifica - documentazione - eventuale riprogrammazione - valutazione.

Assunto di base della programmazione e che risulti coerente, attraverso la definizione di obiettivi di lavoro chiari, con gli indirizzi pedagogici che orientano il progetto e che sia riconoscibile per tutto il gruppo educativo.

La programmazione è perciò differenziata e pensata per ogni gruppo sezione, avendo cura di prestare attenzione contemporaneamente all'individuo e al gruppo cercando di valorizzare tre tipi di interazioni: adulto/bambino, bambino/bambino, bambino/oggetti.

Programmazione educativa

2016-2017